Handy und Co. Infos

La leggenda del trading Peter Brandt condivide i suoi pensieri sui casi d’uso di Bitcoin

Peter Brandt ritiene che non abbia senso per gli insetti d’oro non tenere Bitcoin
La leggenda del trading Peter Brandt condivide i suoi pensieri sui casi d’uso di Bitcoin

La legge di Gresham e Bitcoin
Bitcoin non è pronto per essere una valuta di riserva
In un recente thread di Twitter, la leggenda del trading Peter Brandt dice di vedere il Bitcoin come un negozio di valore insieme all’oro e all’argento.

Infatti, è convinto che non abbia senso che i possessori di metalli preziosi non abbiano una posizione nel Bitcoin.

La legge di Gresham e il Bitcoin
L’adozione di Bitcoin come contante digitale ha incontrato un ostacolo a causa dei suoi problemi di scalabilità e volatilità.

Un altro grande ostacolo è una cosa che si chiama legge di Gresham, che afferma che il denaro cattivo tende a scacciare il denaro buono. In sostanza, la maggior parte dei possessori di Bitcoin non sono disposti a spendere le loro monete a causa del loro potenziale di crescita.

 

Gresham

Il CEO di MicroStrategy Michael Saylor, la cui azienda ha recentemente realizzato un’audace rete Bitcoin da 425 milioni di dollari, non si preoccupa se si può acquistare una pizza con il crypto superiore, sostenendo che non è necessario che sia un mezzo di scambio.

A causa della sua scarsità e del suo decentramento, la Bitcoin è ora commercializzata come un negozio di valore (SoV) che può competere con l’oro.

La portabilità, la divisibilità e la sua tendenza ad apprezzarlo nel tempo lo rendono un SoV ancora più attraente del metallo giallo. Tuttavia, insetti d’oro del calibro di Peter Schiff sostengono che la moneta arancione non ha alcun valore intrinseco.

L’oro è stato il SoV definitivo per migliaia di anni, il che certamente infonde fiducia nei suoi investitori. La Bitcoin, d’altra parte, ha molto da dimostrare.

Correlato
La leggenda del trading Peter Brandt si lancia in critiche
Bitcoin non è pronto per essere una valuta di riserva
Poiché l’inflazione rappresenta una minaccia crescente per il dollaro come la più grande valuta di riserva del mondo, si è chiesto che emerga un’alternativa.

Tuttavia, Brandt ritiene che la Bitcoin non sia ancora pronta ad abbracciare questo ruolo. Come riportato da U.Today, ha previsto che il crypto non sarebbe stato parte di un’unità di riserva globale sostenuta da un paniere.